Open/Close Menu Blog di Antonio Pepe - Imprenditore e Consulente per le aziende

Come liberarti della tua attuale abitazione in pochi passi ed evitare che venga svalutata nel tempo.

In Italia, il mercato immobiliare ha sempre rappresentato uno dei settori traino dell’economia. Dal 2008, qualcosa è cambiato. Le banche hanno cominciato ad andare con i piedi di piombo nell’erogare mutui per l’acquisto di case. La famosa bolla che ha investito l’Europa e il mondo intero ha fatto parlare di crisi. Te lo ricordi?
Ti sembrerò un po’ presuntuoso forse, ma io non ho mai subito i contraccolpi di questa congiuntura economica perché ho continuato a vendere appartamenti di un certo tipo, sia prima sia dopo il 2008. È come se per me non ci fosse stata la crisi di cui tutti parlavano. Penso che alla fine sia cambiata solo la modalità di vendita. A volte penso che sia stata solo una messinscena. Chi lo sa…
Crisi a parte, il mio settore per fortuna è sempre in continua evoluzione, anche dal punto di vista tecnologico, dei materiali, delle soluzioni d’arredo, ecc.
Il numero dei contratti di compravendita di case nella mia azienda ha sempre registrato valori positivi, in crescita.

 

Quello che voglio dire è che, crisi o non crisi, vendere case richiede un’abilità, doti che non tutti hanno, ma esistono anche delle strategie, delle cose che devi fare e delle cose che non devi fare se vuoi vendere in tempi rapidi e al giusto prezzo.

 

La domanda che ti devi porre è questa: come si può quindi vendere casa senza troppi problemi?

A questo punto, di solito comincia a serpeggiare un certo senso di frustrazione. Magari non sei nemmeno più così sicuro di vendere in tempi brevi. O peggio, un pensiero comincia a ingombrare la tua mente durante la giornata, e pure la notte. Perdi il sonno e la salute ne risente. No, non si può andare avanti così.
“Riuscirò mai a vendere casa” è il ritornello triste dei tuoi giorni, nella speranza che qualcosa si muova.
Lo so: è una situazione drammatica, ma non è colpa tua.
L’immobiliare non è il tuo ambito, non è il tuo lavoro. Tu fai semplicemente altro. Tutto qua.

 

Quando si vuole vendere casa e in fretta, la prima cosa che viene in mente è una: abbassare il prezzo dell’immobile.

Certo: lo sa pure un bambino di scuola materna. Ma non tutti sono disposti a farlo.

Il ragionamento è elementare: perché per vendere devo perderci del denaro? A questo quesito vi è una semplice risposta, che purtroppo non piace a tutti, e forse nemmeno a te: se si vuole vendere, bisogna andare incontro al cliente, e non aspettare.

L’istinto ti porterà ad aspettare i tempi del cliente. Magari ci provi a vendere casa da solo, ma passano le settimane e nessuno si decide a lasciarti la caparra.

Ci rimani male, vero? Lo so.

Le difficoltà di chi vuole vendere oggi sono davvero tante. Oggi la vendita di una casa non è il risultato di attività fatte a caso, senza preparazione. La battuta d’arresto che stai vivendo molto probabilmente è determinata dal fatto che nessuno ti ha mai insegnato un metodo vincente per vendere casa.

 

Forse non hai mai pensato che per vendere casa è necessario seguire alla lettera un metodo professionale fatto di certezze e non di tentativi alla meno peggio.
D’altronde non posso darti torto: il mio settore è una giungla e richiede impegno e attenzione. Vedo ogni giorno diversi miei colleghi che propongono in vendita le case dei loro clienti utilizzando pubblicità fredde e piatte, inutili, ripetute per mesi e mesi, fino alla nausea, e che farebbero drizzare i capelli in testa anche a un calvo.
Questo significa stare a tentare a casaccio. No, non si fa così!!!
Scommetto che lo hai fatto? E i risultati? Sono stati buoni? Mah…

 

Finora è stato tutto deludente e infruttuoso. Alcuni ti hanno detto che erano interessati e che “ci avrebbero pensato”. Le settimane trascorrono rapide ma coloro che hanno visto la casa non si sa nulla. È il classico turismo immobiliare, che va molto di moda dalle nostre parti: c’è gente che ama visitare case, per il gusto di guardare, girare a vuoto, ma che non si decide mai.

Per questo, ci sono precise fasi da seguire e per questo devi fare molta attenzione.

 

 

C’è un elenco di azioni da seguire per vendere e magari poi ricomprare in tutta sicurezza, se vuoi una casa nuova e ti vuoi disfare di quella attuale:
  • VALUTAZIONE

È di fondamentale importanza che rispetti ciò che richiede il mercato. Ho sempre pensato e posso confermare con i miei 30 anni di esperienza, che al giusto prezzo qualsiasi immobile può essere venduto tranquillamente. Questo è uno step di fondamentale importanza da seguire ancor prima di pubblicizzare l’immobile.

 

Il metodo più usato per conoscere il valore di un immobile è quello di paragonarlo ad altri venduti recentemente, simili per tipologia ed equivalenti come zona. Poi andranno valutate le condizioni manutentive dell’immobile, la conformità, l’età, l’anno di costruzione, eventuali comodi e scomodi ( sono caratteristiche straordinarie difficilmente valutabili separatamente dall’immobile come per esempio il panorama, la salubrità della zona, e via dicendo).
Ho semplificato al massimo, spero di essere stato chiaro.
Però anche questo metodo contiene in sé dei limiti.
Il mercato non è stabile. Prendere come paragone delle case che sono state vendute un anno fa non tiene conto della variazione dei prezzi. Occorre invece proporre il bene a un prezzo coerente con il suo reale valore.  Può farlo solo un consulente coscienzioso, che ha a cuore il tuo caso. Ma lì fuori, ci sono troppi lupi.

 

La prima cosa da fare quindi è una valutazione corretta. Non stancherò mai di ripeterlo quanto sia importante farla.
In questo caso risulta ancora più importante attribuire il giusto prezzo al tuo immobile, non solo per riuscire a venderlo nel breve periodo ed evitare che questo si svaluti irrimediabilmente.

E chi la fa? I consulenti immobiliari. Ma c’è da fidarsi? Oggi non è così semplice affidarsi a qualcuno per farsi fare la stima di un immobile. Molti pubblicizzano a gran voce la possibilità per chi vende casa di ottenere una valutazione gratuita, spacciandolo come un servizio di enorme affidabilità. La reputazione di questi professionisti è costantemente compromessa da azioni non del tutto corrette, solo per farsi firmare un incarico di vendita. Sai che cosa succede a volte? Chi fa la stima, tende ad aumentare il valore di un immobile conferendogli un prezzo più alto, solo per ottenere l’incarico a vendere. Sicuramente chiunque, anche il più inesperto, può costruire un’idea di massima sul valore del proprio bene, magari effettuando un confronto con i prezzi a cui sono proposti immobili dalle analoghe caratteristiche e della medesima città, ma questa non potrà mai essere una valutazione accurata.

 

Una cosa è certa: in un momento come questo più la tua casa rimane invenduta, più perde valore. Ebbene sì, il numero delle compravendite è in aumento ma il prezzo delle vecchie case continua ad essere al ribasso. E con ogni probabilità continuerà ad esserlo anche per il futuro.
Ricordati, più passa il tempo, più la tua casa:
  1. si svaluta;
  2. ti costa in termini di manutenzione e di condominio;
  3. ti fa pagare tasse;
  4. perde di appetibilità per i potenziali acquirenti.

 

 

Una bassa classe energetica è anche un buon motivo per vendere una casa. Questo perché? Oggi, rispetto al passato, si tende sempre più a scegliere immobili con classi energetiche elevate, perché incidono meno sulle bollette. Un po’ come succedeva con la lavatrice: in passato la gente preferiva comprare l’elettrodomestico senza considerare la sua classe energetica.
Oggi è cambiato tutto. La tendenza odierna, anche grazie a una consapevolezza maggiore sui consumi domestici che incidono sulle bollette e grazie a una cultura più ecosostenibile, si sta orientando su classi energetiche superiori. Perché questo? Per il semplice fatto che le case con classe energetica bassa saranno sempre più svalutate.
È ovvio perché una casa con classe energetica bassa ha un consumo molto maggiore rispetto a una casa con classe più elevata.

Questo è uno dei motivi per cui consiglio di vendere una casa nei tempi giusti e comprare sempre una nuova rispetto a una vecchia. E non necessariamente devi aspettare di vendere la vecchia prima di acquistare la nuova, ma questo è un qualcosa che ti ribadirò alla fine.

La situazione purtroppo è questa. Per cui è necessario vendere al giusto prezzo e non utilizzare il famoso “trucchetto” del vendere a un prezzo maggiorato se il tuo appartamento non rispecchia quel valore.

 

 

 

  • VALORIZZARE LA CASA

Altra cosa da fare: già dal primo appuntamento la casa deve essere al meglio delle sue capacità. Non ci deve essere nulla che possa rappresentare un problema per l’acquirente; nulla che possa creare dei dubbi sullo stato di salute della casa.
Il potenziale cliente deve entrare e uscire senza avere il minimo dubbio. Sappilo!

Certamente il colpo di fulmine non scatta alla cieca. Meglio togliere tutto quello che non serve, dare una bella ripulita e una decisa rinfrescata. Ottimo sarebbe ristrutturare completamente, in modo semplice e classico, per dare un tocco di nuovo che facilita la vendita sia in termini di tempo che di prezzo più alto. Se non puoi o non riesci, sappi che ci sono delle imprese che possono ristrutturarti casa e prendere i soldi al momento della vendita.

Una delle ultime tecniche provenienti dagli Stati Uniti è l’Home Staging, una tecnica di marketing-interior design che permette di valorizzare gli spazi delle proprietà immobiliari, mettendo in luce soprattutto i punti di forza, allestendo e arricchendo l’arredamento della casa attraverso un gioco di colori, luci e spazi.  Non mi soffermo più di tanto, ma ti ho fatto solo un accenno in modo da non dilungarmi troppo.
I soldi spesi per migliorare la casa permetteranno di riprenderli sicuramente tutti, accorciare i tempi di vendita e probabilmente realizzare anche di più!
Se i potenziali clienti trovano una casa sciatta, sai che succede? Che i compratori vengono a vederla e poi spariscono nel nulla, come inghiottiti in una voragine da cui non tornano più a galla. E tu stai lì a chiederti dove siano finiti. E aspetti invano settimane, mesi, e anche anni.

 

 

 

  • PUBBLICITA’

Oltre ai classici metodi, da non disdegnare  – però non più efficaci come lo erano una volta – tipo il cartello comprato dalla cartoleria, il sempreverde passaparola, o i piccoli spazi sui vari giornaletti locali, vi sono altre soluzioni che al giorno d’oggi risultano essere più fruttuose:

 

          ANNUNCI IMMOBILIARI
Gli annunci sui portali immobiliari devono avere un contenuto e una struttura specifica.
Che cosa significa?  Riuscire a vendere o affittare una casa con successo e in breve tempo risulta essere talvolta impresa non facile, anche per chi dispone di anni di esperienza come me nel mercato immobiliare. Questo è dovuto a tanti fattori da non trascurare, a cominciare dalla creazione di un perfetto annuncio immobiliare.
È necessario incrementare l’efficacia degli annunci. Non è facile, per esempio, confezionarne uno: bisogna seguire delle regole, a cominciare dal titolo, che deve essere così particolare da attirare l’attenzione del lettore più distratto. Inoltre, dovrà essere impostato in modo tale che possa suscitare l’attenzione del potenziale acquirente, da un lato grazie a immagini accattivanti dell’immobile, e dall’altro lato grazie alla presenza di informazioni chiare ed esplicative.

Oltre alla qualità del contenuto è necessario che l’annuncio sia visibile. Puoi avere anche un ottimo contenuto, ma se non ha visibilità, è tutta fatica sprecata. In altri termini, dovresti apparire tra le prime pagine del portale immobiliare per poter essere visto da più persone possibile. Per ottenere visibilità, occorre investire denaro. Ma l’investimento anche qui deve essere mirato e studiato in modo tale da non investire soldi in qualcosa che non genererà mai risultati. Saranno soldi buttati. I portali che sento di consigliarti maggiormente perché più efficaci sono questi: immobiliare.it, casa.it, e idealista.

 

 

          SOCIAL MEDIA
Anche i Social possono essere una buona forma di pubblicità. Puoi utilizzare soprattutto Facebook, ma anche Social secondari come Instagram, Twitter, YouTube, LinkedIn, Pinterest, Telegram e altre piattaforme per raggiungere potenziali acquirenti sparsi per il globo.
Anche qui però l’annuncio deve essere ben studiato, specifico, diverso rispetto alla classica inserzione che spesso è anonima e fredda.
Ti consiglio di dargli un tocco più emozionale e coinvolgente.
Il titolo poi riveste un’importanza ancora maggiore per un annuncio immobiliare. Qui per ottenere maggiori risultati, è necessario sponsorizzare l’annuncio, e quindi investirci soldi, in modo da aumentare la sua visibilità. Anche qui però la cosiddetta “sponsorizzata” deve essere mirata e ben studiata, attraverso un’analisi preliminare (la zona in cui vuoi che arrivi l’annuncio, il target che dovresti intercettare ecc)  in modo da ottenere un grande numero di potenziali acquirenti al costo più esiguo possibile, ed evitare così di sprecare una barca di soldi per annunci inefficaci.

 

 

 

          OPEN HOUSE
Oggi va di moda anche l’Open House, cioè una tecnica di marketing immobiliare tipica dei paesi anglosassoni, ma ormai nota anche da noi grazie alla diffusione mediatica dovuta alle numerose trasmissioni di argomento immobiliare, ma anche grazie a film e telefilm.
Letteralmente il termine significa “casa aperta” e consiste nell’aprire la propria casa a un pubblico di potenziali acquirenti o affittuari, organizzando uno specifico evento. Di solito, l’Open House si svolge in uno o due giorni nel corso del week end e la casa viene aperta per un certo numero di ore o per tutto l’arco della giornata.
Non è difficile organizzarlo, ma lo devi promuovere bene. Da non sottovalutare, ricordalo!

 

 

 

 

PER CONCLUDERE

Il sistema immobiliare italiano è complesso e, inoltre, è in continua evoluzione.  Penso che ormai sia chiaro: quando si tratta di vendere casa tutto si complica se non si seguono puntigliosamente determinati parametri precisi, come quelli che precedentemente ti ho elencato.
Comunque sia, io consiglio sempre di farsi affiancare da un buon consulente immobiliare, molto competente in materia e in grado di svolgere in maniera meticolosa tutte queste fasi, piuttosto che affidarsi al primo che si propone, o di fare da sé.
Anche perché un buon consulente immobiliare non fa tutto da sé ma coordina altre figure di intermediazione specializzate presenti sul panorama immobiliare, quindi anche lui a sua volta si avvale di un’equipe di tecnici specializzati.
La complessità del settore richiede quindi cooperazione con altri professionisti. In altri termini, il consulente immobiliare deve essere una sorta di supervisore e deve tenere in grande considerazione le reali necessità del proprio cliente, comunicando in continuazione con lui per fornirgli le soluzioni più adatte e per dirigerlo verso scelte migliori. La consulenza immobiliare è un’attività da non sottovalutare perché vendere case è diventato complicato anche a causa di una burocrazia complessa e in continuo divenire.
Se vuoi avere la certezza di uscire in fretta da questa situazione di stallo, devi affidarti a professionisti specializzati che siano in grado di accompagnarti verso una soluzione soddisfacente ma soprattutto nel rispetto delle tue esigenze!

 

Se la tua intenzione è di comprare una casa nuova, solitamente prima devi liberarti della casa in cui vivi adesso, ma potresti aspettare parecchio, anche mesi o anni prima di vendere e di acquistare di conseguenza casa. Per questo motivo, noi di Edil Pepe abbiamo ideato il servizio:
PERMUTA FACILE: il primo metodo che ti garantisce un cambio casa sereno e senza problemi senza aspettare tempi geologici.
Ecco come funziona:
  1. Un nostro specialista ti accoglierà in ufficio o verrà da te, per ascoltare le tue esigenze;
  2. Faremo una perizia accurata del tuo immobile da vendere;
  3. Progetteremo o individueremo la casa che ti piace di più.

 

Venderemo o prenderemo in permuta noi la tua casa. Solo una volta che te la vendiamo o la prendiamo in permuta (non prima) pagherai per la tua nuova abitazione.
Con questo nuovissimo e innovativo servizio, PERMUTA FACILE, il tuo cambio casa sarà una passeggiata, e ti eviterà una marea di grane che nemmeno puoi immaginare.
Non aspettare che la tua attuale abitazione perda di valore. Affidati a mani esperte!

 

Se pensi di aver bisogno di un professionista esperto e preparato, puoi richiedere una consulenza.
Per maggiori informazioni, clicca qui in basso sul tasto:

 

 

CategoryConsulenza

© 2019 Antonio Pepe

logo-footer